Turismo e conservazione

La conservazione del territorio è una caratteristica imprescindibile per la sua valorizzazione. In questo senso, se Arogno vuol diventare attrattivo, sia per i turisti che per gli abitanti, deve dotarsi di alcune infrastrutture che aiutino a potenziarne i punti forti, come il suggestivo paesaggio, la tranquillità e la disponibilità d’acqua. Il turismo a cui deve rivolgersi il paese non deve quindi consumare o danneggiare queste risorse ma, anzi, valorizzarle. Non si può pensare di trasformare Arogno in una meta per il turismo massificato, ma bisogna puntare a un turismo ecologico, interessato all’ambiente e alla tranquillità. Un turismo che non sia d’élite ma nemmeno a prezzi stracciati, che aiuti a conservare l’equilibrio tra il villaggio e il suo ambiente. Abbiamo quindi formulato due proposte che vadano in tal senso.

Arogno, un piccolo paese termale?

Con le nuove tecnologie sostenibili, è possibile avere a disposizione grandi quantità d’energia senza spese eccessive e costi ambientali drammatici. Una superficie di dodici metri quadrati di pannelli solari sottovuoto è in grado di scaldare acqua a sufficienza per l’uso domestico di due case (4 appartamenti) e il riscaldamento di una di esse (2 appartamenti). 

Questo significa che per Arogno si aprono nuove prospettive prima inaccessibili. Se il Cantone e il Municipio affiancassero una cooperativa di abitanti ed entità locali, si potrebbero recuperare i fondi per abilitare una zona termale al coperto. I pannelli solari permetterebbero di riscaldare l’acqua senza spese energetiche e ambientali, aiutando l’abbattimento dei costi di gestione di un impianto di questo tipo.
Le Terme costituirebbero un’attrazione turistica e migliorerebbero sensibilmente la qualità di vita delle persone in età adulta del paese e della zona, innescando una dinamica di valorizzazione che riproporrebbe Arogno come meta turistica.

Giardino botanico-artistico

I prati di Arogno sono ideali per la creazione di un parco pubblico ben curato e creativo. Pensiamo che un progetto simile al Parco Scherrer di Morcote sia un’ottimo investimento turistico che contribuirebbe oltretutto a riportare lavoro in paese e ad aumentare la qualità di vita degli abitanti. Si potrebbe inoltre organizzare un evento ogni anno, nel corso del quale un artista locale lasci un proprio lavoro al parco. Il Municipio si dovrebbe incaricare semplicemente di pagare i materiali di costruzione.

Definito “Il Giardino delle Meraviglie” il parco venne realizzato da Arturo Scherrer (1881-1956), commerciante di tessili, appassionato viaggiatore e amante dell’arte e della cultura. Il parco-monumento ospita una ricca collezione di oggetti d’arte di svariati paesi e epoche diverse, contornati da una vegetazione lussureggiante e di fabbricati e opere d’arte di vario genere provenienti da tutto il mondo. Ad esempio la copia in scala 1:4 dell’Eretto, il secondo tempio dell’Acropoli di Atene, la palazzina indiana costruita sul modello di Palazzo Salò a Brugine vicino a Padova, oppure il tempio egiziano di Nefertiti, di cui l’interno è una copia fedele dell’originale che si trova a Berlino. All’uscita si può ammirare una casa tipica lombardo-ticinese del 1300, ora adibita a ristorante-grotto, ricostruzione fedele che il signor Scherrer ha voluto inserire quale testimonianza d’affetto al Ticino. ”  Il parco Scherrer, I Grandi Giardini Italiani.

Si potrebbero unire il parco e le terme, in modo da accrescerne ulteriormente le potenzialità. I due progetti, infatti, devono situarsi in zone limitrofe a corsi d’acqua, e necessitano di tranquillità.

Il bosco incantato

Un’altra possibilità, più economica ma comunque affascinante, è quella di creare nei boschi del patriziato – o con il permesso dei proprietari – delle installazioni artistiche. In questo modo si ridurrebbero le spese che comporterebbe la creazione di un parco ma si manterrebbe comunque il potenziale turistico e l’innovazione – che potrebbe aumentare ulteriormente al creare delle piste ciclabili oltre ai sentieri tradizionali.

 

Albergo diffuso, perché no?

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...